Egidio Presicce Pittore

Sii il primo a recensire questo prodotto

Quantita': Disponibile

70,00 €
O

Descrizione breve

Memorabilia Neritonensia N. 5, collana diretta da Marcello Gaballo
volume in brossura, formato cm 23,5x33,5, pp. 248, interamente a colori

La pittura contemporanea spesso trascura il soggetto (al limite, come si dice, diventa un pretesto) affidandosi a sistemi segnici autonomi, non provenienti dall’ambito naturalistico. Egidio Presicce, invece, pone notevole importanza al soggetto rappresentato, fa una pittura apparentemente immediata, frutto di una controllata tecnica di accordi e contrasti, tra campiture di tinte e disegno. Gli interessi figurativi dell’artista sono molteplici: paesaggio, scene urbane, natura morta, ritrattistica ….
Egidio Presicce guarda alle piccole storie, alle particelle di mondo (in cui vi è tutto un mondo) che non possono venire espresse in maniera indifferente attraverso la scrittura, il racconto, il saggio etnografico o con altri canali comunicativi (sarebbero altre espressioni), ma, in questo caso specifico, solo con il linguaggio della pittura, altrimenti non ci sarebbe arte. Quindi il pittore adopera il linguaggio artistico, in quanto vive intensamente il narrato/ricordo nella propria mente, ma si confronta anche con una contemporaneità a tratti sfuggente, intrisa di logiche strumentali in cui ci si serve di cose e persone in modo spregiudicato, finché fa comodo (almeno questo sentiva e manifestava con amarezza l’artista). Presicce, creativamente, dà la propria risposta anteponendo il mondo ideale «d’altri tempi», come amava definire il passato indeterminato, alla contemporaneità, facendo sfumare il tempo storico, non più nella successione strutturata di eventi (come nei fossili), ma nella capacità di sintesi mnemonica intuitiva e attuale da cui nasce il racconto estetico.
Una narrazione figurativa dai colori tra loro apparentemente dissonanti (opere fine anni Ottanta), ma che magicamente armonizzati nell’innervamento energetico delle forme che naturalmente sembrano sbocciare alla luce o nella penombra crepuscolare e sommessa, momento in cui i colori si riassettano nella coerenza dei propri rapporti tonali. Ciò che l’artista ha percepito nell’emozione della scena urbana e/o ciò che ha appreso dai fatti narrati e rievocati diventano idee nello spessore della memoria e dell’immaginazione, l’aura di sostanze immateriali, per dirla con Berkeley. Idee che generano immagini concrete e separate dalla realtà hanno, tuttavia, una propria esistenza, in quanto libere: il pittore spazia dai vicoli ai piccoli raggruppamenti di artigiani, dai musicanti alle scene folkloriche di un mondo che non c’è più e comunque immaginato. Il maestro si proietta in altre situazioni passate, in altre storie, in inattuali geografie, nel passato degli avi, rimettendoli in luce, amati e riscaldati dall’abbraccio della memoria.

(dall'intervento di Pietro De Florio)




Indice






Egidio. Compagno, marito e padre, artista
Antonietta Perrone Presicce

Egidio Presicce, frammenti di vita
Francesco Del Sole

Egidio Presicce e l’allegrezza della malinconia
Maria Rita Tarantino

Dalla grafica alla pittura. La lezione di Egidio Presicce
Marcello Gaballo

Egidio Presicce, scene di vita urbana. Un racconto di stile
Pietro De Florio

Elvio Mainardi all’amico Egidio

Riti e tradizioni in colore. L’arte e la devozione di Egidio Presicce
Ruggiero Doronzo

Pescatori nella notte. Al Maestro Egidio Presicce
Luigi Ruggeri

Un mondo ideale
Alessio Palumbo

Regesto bio-bibliografico dell’artista Egidio Presicce
Marcello Gaballo

Catalogo delle pitture di Egidio Presicce

Autore: AA.VV. (a cura di Marcello Gaballo)
Anno: 2021
Codice ISBN: 9788867662661

Egidio Presicce Pittore

Doppio click sull'immagine per ingrandire

Zoom -
Zoom +

+ viste

Tags prodotto

Usa gli spazi per separare i Tag. Usa gli apostrofi (') per le frasi.