Poesia popolare e costumi calabresi

Sii il primo a recensire questo prodotto

Quantita': Disponibile

18,00 €
O

Descrizione breve

ristampa fotomeccanica della edizione del 1923 stampata a Bs. Aires da Alfredo E. Mele e CC. Librai Editori

formato 17x24, pp. 254, illustrato

Operatore culturale, poeta, narratore, drammaturgo, saggista, professore universitario, emigrante per scelta culturale, Vincenzo Spinelli è la figura paradigmatica dell’intellettuale meridionale poliedrico, poligrafo, prolifico che a cavallo dei due secoli, si poteva ancora incontrare in quello che fu il Regno di Napoli, o nelle Americhe, dove si emigrava per necessità, e dove le condizioni erano spesso peggiori di quelle da cui si era fuggiti. Basti pensare, fra i tanti, a Italo Carlo Falbo, medico, naturalista, giornalista, poeta, critico teatrale, musicista, deputato al Parlamento, sbarcato a New York per dirigervi “Il Progresso Italo-Americano”, e quivi rimasto fino alla morte (1946) a seguire le sorti e le vicende della comunità italiana guardata in quei tempi con sospetto e con disprezzo.
Questo volume racchiude e sviluppa organicamente articoli di Folk-Lore precedentemente apparsi sulla terza pagina del giornale “La Patria degli Italiani” di Buenos Aires, a cui si aggiungono nuovi argomenti sulla ritualità del ciclo dell’anno, sulla provenienza di alcuni canti, sulla medicina popolare, sulle particolarità del dialetto casalino-apriglianese, ritenuto da Spinelli, sulla scorta dell’Accattatis, il dialetto calabrese primitivo, sulla poesia popolare, sui costumi.
Autore: Spinelli Vincenzo (a cura di Leonardo R. Alario)
Anno: 1991
Codice ISBN: 887786325 0

Poesia popolare e costumi calabresi

Doppio click sull'immagine per ingrandire

Zoom -
Zoom +

+ viste

Tags prodotto

Usa gli spazi per separare i Tag. Usa gli apostrofi (') per le frasi.